Loading the content... Loading depends on your connection speed!

Aloni, calcare e muffa addio in 5 mosse

Calcare, muffa e aloni: sono questi i nemici giurati del vostro box doccia. Ecco come combatterli pulendo il box doccia grazie a 5 utili consigli. 

1. Per una detersione naturale

L’unica differenza che esiste tra un detergente acquistato al supermercato e uno realizzato da voi, sta nel tempo d’azione. I prodotti naturali hanno tempi di posa più lunghi, dovete lasciarli agire per qualche minuto per vederne l’efficacia. In compenso, potete stare certi che non danneggeranno i vostri sanitari, né la rubinetteria. Agiscono in modo non aggressivo, salvaguardando la tenuta dei materiali. Una scelta green dunque, per voi, se magari siete allergici a qualche componente chimica, per l’ambiente e anche per il vostro box doccia.

2. Come pulire il box doccia in cristallo

Se nella doccia avete un vero e proprio complemento d’arredo, come il box in cristallo, pulirlo significa igienizzarlo, ma anche mantenerlo e assicurarvi che possa durare negli anni. La regola di base è intervenire subito sulle goccioline di acqua che si depositano sulle pareti e sulla ceramica, dopo ogni doccia. In caso contrario compariranno aloni e calcare. Il vostro kit per pulire il box doccia dovrà essere composto da: una spugna, un panno di daino, dell’ovatta, dell’acido citrico (o del limone) e dell’aceto bianco. Usate una spazzola con setole morbide per pulire il cristallo con il prodotto scelto. Mentre il panno vi servirà per rimuovere delicatamente eventuali striature residue. Se non avete il panno di daino, potete sostituirlo con il classico foglio di giornale. Meglio ancora se disponete di un elettrodomestico per sfruttare la potenza pulente del vapore.

3. Le pareti

Goccioline d’acqua e calcare, si sa, vanno a braccetto. L’unico modo per evitare questo connubio sarebbe quello di asciugare ogni volta. Altra opzione, se siete dei perfezionisti, è quella di spruzzare una soluzione di acqua e aceto bianco. Passate la spugna e poi risciacquate, sia sul vetro che sulle superfici in plastica.

4. Il soffione e le parti in plastica

Forellini otturati e minor erogazione di acqua? Niente paura, svitate il soffione e immergetelo in acqua calda e aceto per almeno un’ora. Aiutatevi con un ago per liberare le ostruzioni più ostinate.Se il vostro box doccia presenta delle parti in plastica, queste può capitare che siano interessate da antiestetici depositi di sapone. Una lozione di acqua calda, aceto bianco e alcol denaturato vi aiuterà ad eliminare ogni residuo.

5. Calcare addio

Vi basta un’emulsione di bicarbonato, aceto bianco e limone per creare un potente anti-calcare. Per eliminare le tracce di muffa dal box, doccia potete ricorrere a questa miscela. Dovrete ridurre l’emulsione ad una sorta di pasta e lasciarla agire sfregandola con l’aiuto di una spugna, sulla zona interessata. Usate anche l’aceto se dovete pulire la rubinetteria.

Fonte immagine:  ceramicaflaminia.it

Comments are closed.

ebay store casaè fratelli laruffa facebook casaè fratelli laruffa
angaisa delta italia distributori idro termo sanitari made fatti per chi costruisce Brico OK website